Il condition monitoring ha lo scopo di massimizzare la redditività dello stabilimento per la sua durata di vita evitando perdite di produzione e danni secondari derivanti dall’avaria di componenti fondamentali, principalmente i cuscinetti del generatore, il moltiplicatore di giri e i cuscinetti principali.

Soluzione SPM per parchi eolici

Il sistema SPM è altamente sensibile e fornisce un’allerta precoce del deterioramento delle condizioni operative di un componente. In tal modo, è possibile effettuare la manutenzione e le sostituzioni dovute con il minor tempo di fermo possibile.

I parametri che vengono monitorati a intervalli prestabiliti sono gli shock pulse e la vibrazione, gli indicatori delle condizioni più affidabili e specifici. Il sistema misura l’ampiezza del segnale, fornisce gli spettri dello shock pulse e della vibrazione e, ancor più importante, valori singoli relativi a specifici sintomi di guasto che mostrano le condizioni dell’anello interno di un cuscinetto, una ruota dentata, ecc.

Il messaggio principale ricevuto dall’operatore del parco eolico è un valore delle condizioni facile da interpretare e codificato con i colori verde (buone condizioni), giallo (allerta) e rosso (cattive condizioni), assieme a una descrizione della più probabile causa.

La SPM fornisce informazioni sulle condizioni operative affidabili e facili da gestire, adattate ai requisiti del singolo stabilimento sia dal punto di vista tecnico che economico.

Windmill diagram

1. Generatore

Metodo raccomandato:SPM HD® e EVAM per shock e vibrazioni.

Motivo: il peggioramento delle condizioni del cuscinetto è la causa più comune di guasto assieme al disallineamento.

Considerazioni: tempo di allerta affidabile e ampio.

 

2. Riduttore

Metodo raccomandato:SPM HD® e EVAM

Motivo: problemi correlati all'accoppiamento e agli ingranaggi sulla parte ad alta velocità del moltiplicatore di giri, misurazioni dello shock pulse per conoscere le condizioni operative del cuscinetto sulla parte a bassa velocità del moltiplicatore.
Considerazioni: i moltiplicatori sono unità complesse che richiedono diverse tecniche di misura perché vi siano inclusi tutti i guasti. L'RPM è calcolato dalla velocità del rotore.

 

3. Main bearings

Matodi raccomandati:SPM HD®, analisi di spettro e forma d'onda.

Motivo: metodo più idoneo per i cuscinetti a bassa velocità.

Considerazioni: la misurazione dell’RPM è molto importante per le parti a bassa velocità.